Exposure to psychosocial factors at work and mental well¬being in Europe / Esposizione ai fattori psicosociali a lavoro e benessere mentale in Europa

Main Article Content

Chiara Ardito
Angelo d'Errico
Roberto Leombruni

Keywords

Abstract

SUMMARY

Background: Depression among workers is a major health concern and psychological work factors are considered im­portant risk factors. Objectives: To investigate exposure to psychosocial work risk factors and prevalence of depressive symptoms in the European working population, and to identify the psychosocial work characteristics that predict them. Methods: The study is a secondary data analysis based on a sample of 33,907 European employees from the last edition of the European Working Condition Survey (EWCS 2010). The relationship between the outcome vari­able (depressive symptoms) and the predictors (psychosocial work factors) was analyzed using a multi­stage Poisson model, estimating gender­specific relative risks (RR) and 95 percent confidence intervals. Results: After adjustment for individual and work characteristics, countries and other psychosocial factors, among men the RR of depressive symptoms was significantly increased for exposure to intermediate psychological demands and to high demands for hiding emotions, whereas high skill discretion, high support from colleagues, high support from managers, high job re­wards and high job security significantly decreased the risk. Among women, high psychological demands and interme­diate emotional demands significantly enhanced the risk of depressive symptoms while high decision authority, inter­mediate support from colleagues, high support from managers, high social climate, high job rewards and high job secu­rity protected against risk. Conclusions: A high prevalence of depressive symptoms was found in the EWCS 2010, although with wide variations between countries. Several psychosocial factors at work were identified as risk factors for depressive symptoms, even after adjusting for workplace co­exposures and other potential confounders.

RIASSUNTO

«Esposizione ai fattori psicosociali a lavoro e benessere mentale in Europa». Introduzione: La diffusione della de­pressione fra i lavoratori è un problema cruciale e le condizioni psicosociali di lavoro sono importanti fattori di ri­schio. Obiettivi: Analizzare l’esposizione a fattori psicosociali, l’incidenza di sintomi depressivi e studiarne l’associazione. Metodi: Analisi secondaria basata su un campione casuale rappresentativo di 33,907 lavoratori euro­pei (EWCS 2010). La relazione fra fattori psicosociali e depressione è studiata con il modello di Poisson, stratificato per genere. Si presentano RR e IC al 95%. Risultati: Controllando per fattori confondenti quali la co­esposizione ad altri fattori psicosociali, caratteristiche individuali e lavorative, fra gli uomini, il rischio di sintomi depressivi au­menta per livelli intermedi di domande psicologiche e per elevata necessità di nascondere le proprie emozioni, mentre elevate possibilità di utilizzare e sviluppare le proprie competenze, supporto sociale dei superiori e dei colleghi, elevate ricompense e sicurezza lavorativa lo riducono significativamente. Fra le donne, livelli elevati di domande psicologi­che e intermedi di domande emozionali aumentano significativamente il rischio di depressione. Svolgono un ruolo protettivo un’elevata autonomia decisionale, un livello di supporto intermedio da parte dei propri colleghi ed elevato da parte dei superiori, un clima aziendale positivo e elevate ricompense e sicurezza lavorativa. Conclusioni: Si ri­scontra un’elevata prevalenza di depressione fra i lavoratori europei dell’EWCS 2010 e una ampia variabilità fra paesi. Diversi fattori psicosociali sul lavoro sono stati identificati come fattori di rischio dei sintomi depressivi, anche controllando per l’esposizione ai restanti fattori psicosociali e per altri potenziali confondenti.

Abstract 148 | PDF (Italiano) Downloads 63