Publish or perish: produttività scientifica degli ultimi 5 anni dei professori ordinari di Medicina del lavoro delle Università italiane / Publish or perish: the scientific productivity of academics in the field of Occupational Medicine

Main Article Content

G. Franco

Keywords

Abstract

La nuova legge finalizzata alla promozione dell’offerta formativa e della ricerca scientifica stabilisce uno standard di produttività scientifica come requisito necessario per accedere a finanziamenti erogati dal MIUR, per partecipare alle commissioni concorsuali e per godere di aumenti stipendiali. Obiettivo dello studio è fornire un quadro della produttività scientifica dei professori ordinari di Medicina del lavoro delle Università italiane per consentire la discussione su uno standard di riferimento. I prodotti della ricerca dei 40 professori ordinari di Medicina del lavoro sono stati individuati sulla banca dati PubMed attraverso una stringa di ricerca e per ogni docente è stata misurata la produttività attraverso 10 diversi indicatori, tra i quali il numero totale delle pubblicazioni e il valore di Impact Factor (IF) delle stesse. Negli ultimi 5 anni i docenti hanno pubblicato complessivamente 503 contributi, 231 dei quali su riviste incluse nel Journal Citation Report (JCR), con un IF medio di 16,741 per ogni docente. Il numero di totale di contributi indicizzati su PubMed, quello di contributi su riviste del JCR e quello su riviste specifiche del settore sono correlati al numero degli autori a testimonianza dell’importanza del gruppo di ricerca come risorsa necessaria sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. Il numero di pubblicazioni totali, così come quello di altri indicatori, è inversamente correlato all’età e all’anzianità di ruolo. I docenti con una produttività elevata hanno un alto numero di prodotti sia su riviste ad elevato IF (destinate a una comunità scientifica più specialistica e più ristretta) che su riviste prive di IF (destinate anche a un pubblico di professionisti). Lo standard di produttività per i docenti di Medicina del lavoro dovrebbe essere comune con quello dei docenti di Igiene e di Medicina legale per indirizzare le politiche per il reclutamento dei docenti del settore.

Publish or perish: the scientific productivity of academics in the field of Occupational Medicine
Introduction: A new Italian law aiming at improving and supporting research productivity establishes that evaluation of academic products is a requisite for accessing research funds, for acting as examiner for recruitments and for individual financial benefits. Aim: To analyse the scientific products of full professors of Occupational Medicine in Italian Universities in order to provide a framework for discussing a standard of productivity with objective metric parameters. Population and methods: Research products of the 40 full professors of Occupational Medicine indexed in the National Library of Medicine PubMed database were identified. By means of 10 different indicators, including the total number of papers, the papers published in journals included in the Journal Citation Reports (JCR), total Impact Factor (IF), the individual productivity of the last 5 years was measured. Results: In the last 5 years 503 scientific products were published, 231 of which in JCR-indexed journals, with a mean individual IF=16.741. The total number of papers indexed in PubMed, the number of papers included in JCR-indexed journals and the number of papers included in JCR-indexed journal of Public, Environmental & Occupational Health were associated with the overall number of authors (p<0.001). This observation accounts for the relevance of the research group as a resource predicting qualitative and quantitative outputs. The total number of papers is inversely associated with age (p<0.03). Conclusion: High productivity authors have an elevated number of products both in JCR-indexed journals (targeted to a small number of specialists in the field) and in PubMed-indexed journal (addressed to the broad audience of occupational health professionals). The productivity standard of academics of Occupational Medicine should take into account the overall research products within the Public Health field. In addition, the standard should be shared with that of academics of Hygiene and of Forensic medicine in order to address the recruitment policy in the Public Health field.
Abstract 177 | PDF (Italiano) Downloads 0

Most read articles by the same author(s)

1 2 > >>