Skin photoaging in farmers occupationally exposed to ultraviolt radiations / Fotoinvecchiamento cutaneo in agricoltori professionalmente esposti a raggi ultravioletti

Main Article Content

Pietro Sartorelli
Riccardo Romeo
Valentina Paolucci
Vincenzo Puzzo
Francesca Di Simplicio
Lucio Barabesi

Keywords

Abstract

Background: Most personal exposures to UV radiations occur from outdoor activities and several studies detected a significant association between skin cancer and outdoor occupation. Objective: The aim of the study was to ascertain the prevalence of photoaging signs in a population of Italian farmers and in a population of indoor workers taking account of confounding factors. Methods: 169 farmers and 198 indoor workers were classified for skin phototype and for skin photoaging, moreover 13 variables were taken into account. Marginal permutation tests were adopted for statistical analysis. Results: Farmers were significantly older than the indoor workers. In workers occupationally exposed to UV photoaging increased with increasing age and years of occupational exposure to sunlight. The distribution of skin phototype did not show significant differences in the two populations, while farmers showed a higher degree of photoaging than indoor workers. Conclusions: Even if farmers were older than the indoor workers it seems that outdoor work produces a higher degree of photoaging.

Fotoinvecchimento cutaneo in agricoltori professionalmente esposti a raggi ultravioletti
Background: Numerosi studi mostrano una associazione significativa tra lavori che si svolgono all’aperto con esposizione personali a raggi ultravioletti (UV) e neoplasie cutanee. Oggetto: Scopo dello studio è quello di confrontare la prevalenza di fotoinvecchiamento cutaneo in una popolazione di lavoratori agricoli ed in una popolazione di lavoratori impiegati in lavorazioni indoor, tenendo in considerazione i fattori di confondimento. Metodi: 169 agricoltori e 189 lavoratori indoor sono stati classificati per fototipo e per grado di fotoinvecchiamento; inoltre sono state considerate 13 variabili. Per l’analisi statistica sono stati utilizzati tests non paramentrici di permutazione. Risultati: I lavoratori agricoli erano significativamente più anziani dei lavoratori indoor. Nei lavoratori professionalmente esposti ai raggi UV il fotoinvecchiamento aumentava di grado con l’aumentare dell’età e degli anni di esposizione alle radiazioni solari. La distribuzione del fototipo tra le due popolazioni non mostrava differenze significative, ma negli agricoltori si osservava un maggior grado di fotoinvecchiamento rispetto ai lavoratori indoor. Conclusioni: Anche se l’età dei lavoratori agricoli era significativamente più alta di quella dei lavoratori indoor, il lavoro outdoor sembra comportare un maggior grado di fotoinvecchiamento cutaneo.

Abstract 174 | PDF (Italiano) Downloads 0