Consenso e confidenzialità nella pratica professionale del medico competente tra requisiti normativi e valori etici / Consent and confidentiality in occupational health practice: balance between legal requirements and ethical values

Main Article Content

E. Mora
G. Franco

Keywords

Abstract

Il riferimento nell’art. 39 del D.Lgs 81/08 alla necessità che il medico competente (MC) si attenga a quanto espresso nel codice etico (CE) dell’International Commission on Occupational Health nello svolgimento della sua funzione richiede alcune riflessioni sull’atteggiamento da tenere nella pratica medica quando i due testi presentino aspetti discordanti. Il contributo analizza le relazioni esistenti tra D.Lgs 81/2008 e CE prendendo in considerazione i punti 8, 10 e 12 del CE relativi al consenso e i punti 10, 20, 21, 22 e 23 relativi alla confidenzialità. Anche se la norma di legge prevale in caso di dilemmi e il sanitario deve quindi attenersi ad essa, il CE offre all’osservazione alcuni aspetti discordanti relativamente a obbligatorietà della sorveglianza sanitaria, consenso da acquisire da parte del lavoratore e confidenzialità nel trattamento dei dati. Da un lato l’articolo 20 sancisce l’obbligatorietà per il lavoratore a sottoporsi a sorveglianza sanitaria, che può essere quindi assimilata a un accertamento sanitario obbligatorio, dall’altro il CE prevede che sia necessaria l’acquisizione, da parte del MC, del consenso all’esecuzione di ogni tipo di intervento del lavoratore, al quale deve essere fornita un’informazione dettagliata su scopo, significato, efficacia delle indagini, oltre che sui rischi della sorveglianza stessa. Anche in caso di necessità di comunicazione con altri sanitari il CE prevede che sia richiesto il consenso informato del lavoratore e giudica possibile la trasmissione di dati solo a fronte di un reale beneficio per la salute del lavoratore.

 

Consent and confidentiality in occupational health practice: balance between legal requirements and ethical values
Introduction: The recently introduced Italian law on the protection of workers’ health states that the occupational health physician (competent physician) is required to act according to the Code of Ethics of the International Commission on Occupational Health (ICOH). Aim: This paper aims at examining the articles of legislative decree 81/2008 dealing with informed consent and confidentiality compared with the corresponding points of the ICOH Ethics Code. Results: Analysis of the relationship between articles 25 and 39 (informed consent) and 18, 20 and 39 (confidentiality) of the decree shows that there are some points of disagreement between the legal requirements and the Code of Ethics, in particular concerning prescribed health surveillance, consent based on appropriate information (points 8, 10 e 12 of the Code) and some aspects of confidentiality (points 10, 20, 21, 22 e 23 of the Code). Conclusion: Although the competent physician is required to act according to the law, the decisional process could lead to a violation of workers’ autonomy.

Abstract 155 | PDF (Italiano) Downloads 2

Most read articles by the same author(s)

1 2 > >>